Author Topic: Tav, chiesti 8 mesi di reclusione per Erri De Luca... - #IoStoConErri #NoTav  (Read 1148 times)

0 Members and 1 Guest are viewing this topic.

Offline jujyjuji

  • Hero Member
  • *****
  • Posts: 1204
Tav, chiesti 8 mesi di reclusione per Erri De Luca: è accusato di istigazione a delinquere

Ripreso il processo nei confronti dello scrittore, che secondo l'accusa avrebbe incitato a sabotare il cantiere della Torino-Lione. L'imputato: "Stupito da una richiesta di pena così esigua"

Torino 21 settembre 2015 -

Otto mesi di reclusione: questa la richiesta della procura di Torino per Erri De Luca. Il processo è ripreso a Torino e lo scrittore è accusato di istigazione a delinquere: in alcune interviste, secondo l'accusa, avrebbe incitato a sabotare il cantiere della Torino-Lione.
La tesi del pm In aula, oltre a De Luca, era presente un nutrito gruppo di No Tav, tra cui lo storico leader del movimento, Alberto Perino.
Secondo il pm Rinaudo, De Luca era consapevole del significato delle sue parole. "Qualora non avesse voluto commettere questo reato - ha sottolineato avrebbe potuto usare le parole che ha usato in questo processo parlando del cantiere come delle mura di Gerico che crollano per le voci e le urla.
Ma in questo caso le voci non bastano, occorrono le cesoie e le molotov di cui lui sapeva perfettamente". "Le sue parole hanno un peso rilevante" "Quelle non sono parole pronunciate da uno qualunque.
Quando Erri De Luca parla le sue parole hanno un peso rilevante, soprattutto in relazione ai destinatari, in questo caso il movimento No Tav", ha aggiunto Antonio Rinaudo-
Il magistrato ha sottolineato il peso di De Luca che "è uno scrittore di fama, conosciuto dal Movimento fin dal 2005".
"Parliamo di forza suggestiva che ha incitato altri soggetti a commettere reati" ha aggiunto il pm ricordando che a settembre 2013 dopo le dichiarazioni di De Luca ci sono state tre azioni contro delle ditte del Tav.
"Irrilevante il fine per cui si agisce" Secondo Rinaudo, nel caso del reato di istigazione "è irrilevante il fine per cui si agisce", inoltre "la libera manifestazione del pensiero di fronte a una manifestazione che ha un contenuto intrinseco di illeicità, come istigare, non può trovare tutela".
La difesa: "Contestato un reato impossibile" Gli avvocati Gianluca Vitale e Alessandra Ballerini, difensori di De Luca, hanno chiesto l'assoluzione "perché quanto gli viene contestato è un reato impossibile".
"Alla procura - ha detto Vitale nella sua arringa durata oltre due ore - non interessa perseguire tutti i reati, ma De Luca. La sua è normale libertà di manifestazione del pensiero.
Dire che la linea Tav va sabotata rientra, come spiega il mio cliente nel libro 'La parola contraria', nel diritto di malaugurio.
E quando si parla di sabotaggio significa metterlo in atto con qualunque metodo, non necessariamente con un metodo violento". "Un processo alle parole" Secondo Vitale, "questo è un processo di parole e un processo alle parole, perché è evidente che non ci sono stati reati.
Ci sono state passeggiate al cantiere prima e dopo che De Luca parlasse.
E l'episodio ritenuto più grave è del maggio 2013, molto prima delle interviste.
Infine, non c'è la prova che qualcuno abbia percepito come istigazione le parole del mio cliente e un dato di fatto è che molte persone hanno ritenuto quelle parole non istiganti". Per tutte queste ragioni, secondo il difensore, "non c'è reato, o meglio è un reato impossibile.
L'Italia sta affrontando un esame con questo processo".
De Luca: "Stupito dalla richiesta" "Mi sarei aspettato il massimo della pena, invece sono stupito della differenza tra gli argomenti prodotti dall'accusa e un'entità tanto esigua della richiesta", ha commentato De Luca. "Non sono un martire - ha proseguito - né sono una vittima, sono un testimone della volontà di censura della parola. Questa sentenza sarà un messaggio sulla libertà di espressione"

Fonte/Originale: http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/Tav-chiesti-8-mesi-di-reclusione-per-Erri-De-Luca-accusato-di-istigazione-a-delinquere-8e63266f-c8a5-4943-aa30-8c042c6da478.html