Author Topic: Italian Friends of Bradley Manning  (Read 1129 times)

0 Members and 1 Guest are viewing this topic.

Offline hermes.zoster

  • Full Member
  • ***
  • Posts: 224
Italian Friends of Bradley Manning
« on: October 21, 2012, 23:03:55 PM »
http://www.hulot.it/ITFriendsofBradleyManning.htm

Italian Friends of Bradley Manning
Twitter: @ITFriendsofBM







Traduzioni

Per difendere Bradley Manning, dobbiamo educare la collettività su WikiLeaks
dal Bradley Manning Support Network
http://www.hulot.it/bradley_manning_wikileaks.htm

Julian Assange - I fatti: punti cardine da WL Central
http://www.hulot.it/julian_assange_fatti.htm



CHI È BRADLEY MANNING

Bradley Manning è un soldato statunitense di cittadinanza britannica arrestato nel giugno 2010 e tenuto per oltre dieci mesi in condizioni inumane (isolamento prolungato, nudità forzata, privazione del sonno), prima in Kwait poi negli Stati Uniti, per essere sospettato di aver rilasciato all'organizzazione WikiLeaks fondata dall'australiano Julian Assange migliaia di documenti riservati.

 Manning è sospettato di aver passato all'organizzazione WikiLeaks decine di migliaia di documenti riservati, rivelando crimini di guerra commessi dall'esercito statunitense tra cui il video Collateral Murder, che mostra un elicottero Apache statunitense in Iraq sparare su un gruppo di civili disarmati uccidendone dodici, tra cui due impiegati dell'agenzia Reuters. Manning rischia il carcere a vita.

Nel corso degli oltre due anni di prigionia, organizzazioni internazionali come Amnesty International hanno denunciato le condizioni inumane di detenzione del giovane soldato. Nel Regno Unito è stata presentata una mozione firmata ad oggi da 46 membri del parlamento britannico che si interroga sul trattamento di Bradley Manning.

 In febbraio la deputata greca Niki Tzavela ha sollevato la questione in Commissione Europea. Lo stesso portavoce del dipartimento di stato americano PJ Crowley ha dovuto rassegnare le dimissioni per aver dichiarato che il trattamento riservato a Bradley Manning e' "ridicolo, controproducente e stupido".

Giorno dopo giorno la lista dei personaggi critici nei confronti della gestione del caso da parte di Obama e del Pentagono aumenta considerevolmente: più di 250 tra i più eminenti studiosi di legge americani, tra cui l'ex professore di Obama ad Harvard, Laurence Tribe, hanno giudicato illegali, incostituzionali e giudicabili come forma di tortura le condizioni degradanti e inumane a cui Manning è costretto nel carcere militare di Quantico, domandandosi inoltre se la condotta del Presidente Obama come comandante in capo sia idonea ai fondamentali standard di decenza. Non finisce qui: la Commissione Parlamentare tedesca per i diritti umani rilascia una dichiarazione in cui giudica le condizioni di detenzione di Manning inutilmente dure e chiede a Obama che gli venga assicurato un trattamento umano.

Il membro del congresso degli Stati Uniti Dennis Kucinich ha visto la sua richiesta di una visita ufficiale a Bradley Manning rifiutata dal Dipartimento della Difesa. Ma non è il solo: anche all'ispettore delle Nazioni Unite contro la tortura Juan Mendez è stato negato un incontro privato con Bradley Manning.

Se il trattamento di Bradley Manning, come dice Obama, rispetta gli standard statunitensi, perché negare l'accesso a un ispettore contro la tortura e a un membro del congresso?

Il 20 aprile 2011, dopo 11 mesi (2 in Kuwait e 9 a Quantico, Virginia) di carcere militare in condizioni che ammontano alla tortura, la campagna internazionale di solidarietà e il fallimento del governo statunitense nello spingere Bradley a una confessione che implicasse Assange, ha messo fine alla sua tortura, con un trasferimento improvviso a Fort Leavenworth, Kansas, carcere militare di media sicurezza, dove le sue condizioni di detenzione migliorano considerevolmente. Manning viene dichiarato mentalmente in grado di subire un processo. Le udienze preliminari cominciano nel febbraio 2012. A ottobre 2012 Bradley Manning è in carcere senza processo per quasi 900 giorni. Il massimo consentito dalla legge è 120.

UDIENZE E CORTE MARZIALE

Udienze preliminari: 23 febbraio, 15-16 marzo, 24-26 aprile, 6-8 giugno, 25 giugno, 16-20 luglio, 25 luglio, 27-31 agosto, 19-20 settembre, 17-18 ottobre 2012

Prossime udienze: 29 ottobre-2 novembre, 27 novembre-2 dicembre, 10-14 dicembre, 14-18 gennaio, 28-29 gennaio, 30 gennaio 2012

Corte marziale: 4 febbraio-15 marzo 2013


ITALIAN FRIENDS OF BRADLEY MANNING

Italian Friends of Bradley Manning nasce nel marzo 2011 con l'intento di diffondere la vicenda del soldato statunitense anche in Italia, dove a parte casi isolati come il settimanale L'Espresso è stata totamente ignorata. Ci occupiamo anche del caso Assange, giornalista e attivista perseguitato politicamente e preso di mira dalla stampa di tutto il mondo per aver rivelato menzogne e crimini perpetrati dai governi. Nell'agosto 2011 abbiamo organizzato a Firenze una proiezione del video Collateral Murder, alla presenza di 25 persone.

Se organizzate una protesta in solidarietà con Bradley Manning o una proiezione del video Collateral Murder vi possiamo dare una mano a pubblicizzarla. Contattateci all'indirizzo hulotdistribution
  • gmail.com o via Twitter.

Manning è un cittadino britannico (di madre gallese) e di fatto anche cittadino europeo: in quanto tale merita l'attenzione di organi e istituzioni che hanno il dovere di vigilare e avviare i dovuti controlli qualora sorga il dubbio di una violazione dei diritti umani sul trattamento dei propri cittadini detenuti all'estero. Fateci sapere se ottenete delle risposte dai membri del parlamento europeo e ne daremo notizia su Twitter.

Continua a leggere su :

http://www.hulot.it/ITFriendsofBradleyManning.htm