Author Topic: Un'altra offensiva israeliana contro Gaza è il più brutto incubo di Hamas  (Read 1898 times)

0 Members and 1 Guest are viewing this topic.

Offline hermes.zoster

  • Moderator
  • *****
  • Posts: 224
Questo articolo è stato tradotto da un traduttore volontario. Ne Wikileaks ne The Official WikiLeaks Forum sono da ritenersi responsabili per errori. Il lettore è invitato di controllare egli stesso la fonte originale nel link sottostante, e di commentare se ci sono errori o interpretazioni sbagliate. Nel caso venisse identificato un errore cercheremo di correggerlo.

Nota del traduttore : l'articolo originale è del 17 novembre 2012 e di conseguenza contiene dati non aggiornati. I morti nella Striscia di Gaza sono ufficialmente 164, di cui almeno 43 bambini. Tre giornalisti sono stati uccisi perchè, a parere israeliano erano terroristi di Hamas. 4 sono le vittime civili israeliane oltre a due militari.

http://whistle.is/?p=690

      WHISTLE
    NEWSROOM

In un cablo diplomatico dall'Ambasciata USA a Tel-Aviv (http://cablegatesearch.net/cable.php?id=08TELAVIV2447#efmAMgAO4ARJAUb), pubblicato da Wikileaks durante i rilasci del Cablegate, si afferma che da quando Hamas è diventata la forza politica dominante nella striscia di Gaza, Israele ha considerato Gaza come una “entità nemica”. Questa considerazione, secondo Israele, dà a quest'ultimo il diritto di mantenere un aspro embargo economico (http://en.wikipedia.org/wiki/Blockade_of_the_Gaza_Strip ) che ogni tanto ha incluso gli aiuti umanitari, generi alimentari e persino flussi monetari. Secondo il cablo questa nomina vuole dire che “le decisioni sugli shekels in circolazione a Gaza e l'economia dei territori in generale sono trattati dal Governo di Israele come materia di sicurezza”.

In seguito afferma che :
“I funzionari israeliani in varie occasioni hanno confermato a quelli dell'ambasciata che essi intendono tenere l'economia di Gaza ad un livello di funzionamento il più basso possibile evitando comunque una crisi umanitaria”.
Queste parole sono in linea con le dichiarazioni fatte privatamente da Omar Suleiman, ex capo dei servizi segreti, che disse che “l'Egitto vogliono che Gaza fosse resa alla fame ma senza morirne” (http://cablegatesearch.net/cable.php?id=07CAIRO3503&q=07cairo3503#efmAvKAzq)
.
Come affermato in un documento classificato del 2011 dal centro per l'intelligence e l'antiterrorismo MeirAmit (contractors privati dell'esercito israeliano) e pubblicato da Wikileaks, fin dall'operazione Piombo Fuso del 2009 (http://en.wikipedia.org/wiki/Gaza_War), “c'è stata una significante riduzione dell'ampiezza e della gravità degli attacchi terroristici portati avanti da Hamas”.


Secondo la notizia “la nonstra valutazione è che il potere deterrente di israele esiste ancora e hamas vuole chiaramente continuare la propria politica di restrizioni per evitare che la situazione degeneri”.

Questa informazione serve a provare che anche se c'è stata un'escalation (http://www.nytimes.com/2012/10/09/world/middleeast/israel-launches-airstrikes-after-attacks-from-gaza.html) degli scontri nei mesi passati, hamas ed altri gruppi militari di Gaza non son nelle condiioni di rappresentare una reale minaccia per Israele. Questo è supportato da dichiarazioni interne (http://wikileaks.org/gifiles/docs/110906_re-alpha-read-this-one-insight-egypt-israel-eilatattackswas.html) fatte dall'ambasciatore egiziano in Libano, che ha detto a Stratfor che uno dei suopi contatti dentro hamas aveva detto che : “L'invito ad un'altra offensiva israeliana contro Gaza è il più brutto incubo di Hamas da quando non gli è stato permesso di rimediare alle disastrose conseguenze dell'operazione Piombo Fuso”.
Altre fonti di Stratfor (http://wikileaks.org/gifiles/docs/1442965_re-alpha-insight-egypt-israel-egyptian-miliatry-deployments.html) ammettono che “Hamas non ha piani per intensificare la situazione con Israele”.
Come il direttore dell'Intelligence della Difesa di Israele (IDI) Yadlin ha detto privatamente (http://cablegatesearch.net/cable.php?id=08TELAVIV2745&q=08telaviv2745#efmAlfAnp) ad ufficiali USA :”i Palestinesi sono soltanto la minaccia numero quattro secondo la valutazione dell'IDI,dopo iran, Siria e Hezbollah”.
Il 14 novembre Israele ha lanciato una nuova serie di attacchi su Gaza, nome in codice Operation Pillars of Defense (Operazione Pilastri di Difesa) , con attacchi aerei che hanno tentato di distruggere quel che rimaneva delle infrastrutture di Hamas. Secondo i funzionari palestinesi (http://www.reuters.com/article/2012/11/17/us-palestinians-israel-hamas-idUSBRE8AD0WP20121117) più di 38 Palestinesi sono stati uccisi -22 militanti, incluso il leader militare e 19 civili, tra cui donne incinta ed 8 bambini. La risposta di hamas è stata il lancio di più di 160 razzi verso il territorio di Israele, causando la morte di 3 civili.
Il17 novembre, 75.000 riservisti sono stati richiamati e la zona attorno Gaza è stata dichiarata zona militare chiusa e l'IDF (Israeli Defense Force) si sta prepoarando per un'immediato attacco sulla Striscia.

Fonti originali :

http://cablegatesearch.net/cable.php?id=08TELAVIV2447#efmAMgAO4ARJAUb

http://cablegatesearch.net/cable.php?id=07CAIRO3503&q=07cairo3503#efmAvKAzq

http://cablegatesearch.net/cable.php?id=08TELAVIV2745&q=08telaviv2745#efmAlfAnp

http://wikileaks.org/gifiles/docs/110906_re-alpha-read-this-one-insight-egypt-israel-eilatattackswas.html

http://wikileaks.org/gifiles/docs/1442965_re-alpha-insight-egypt-israel-egyptian-miliatry-deployments.html

http://wikileaks.org/gifiles/docs/74368_-alpha-israeli-info-hamas-iran-.html

http://wikileaks.org/gifiles/docs/1403533_-alpha-assorted-israeli-reports-.html

Date of release: November 17th 2012

Publisher : Wikileaks

Offline Bresci

  • Member
  • *
  • Posts: 15
  • Gender: Male
    • wklks
Una fonte interessante in lingua italiana è quella di Rosa Schiano che si trova in questi giorni a Gaza.

Il suo blog :  http://ilblogdioliva.blogspot.co.il/

il suo account twitter  Rosa Schiano  @rosa_schiano https://twitter.com/rosa_schiano


Offline Bresci

  • Member
  • *
  • Posts: 15
  • Gender: Male
    • wklks
aggiornamento da Rosa Schiano Stay Human su Fbook :

Rosa Schiano Stay Human
AGGIORNAMENTO sulle condizioni per la tregua. Dunque, come comunicato dai soldati israeliani ai pescatori di Gaza, a partire dalle 10.00 di DOMANI mattina, i pescatori potranno andare a pescare oltre oltre le 3 miglia nautiche dalla costa. Mi sento commossa :)
Aspetteremo con ansia cosa accadrà domani e fino a che distanza i pescatori potranno andare. E soprattutto speriamo che questo allentamento dell'assedio sul mare duri nel tempo, e che Israele non ritorni sui suoi passi. Israele ha dichiarato che per 90 giorni controlleranno la situazione e poi decideranno.
Intanto ingenti sono stati i danni ai pescatori di Gaza provocati dai bombardamenti:

In Deir El Balah, area centrale della Striscia di Gaza, i bombardamenti hanno distrutto:
30 barche di pescatori sono state distrutte, 10 stanze destinate ai pescatori, l'ufficio dell'Unione dei pescatori, ufficio della sicurezza del porto, e tutto il materiale fra cui reti e gps

Il bombardamento sul porto di Gaza city
ha distrutto 1 barca, uffici della sicurezza del porto, una stanza destinata ai pescatori

In Khan Younis, a sud della Striscia di Gaza, i danni sono stati maggiori:
10 barche distrutt ed un peschereccio grande, 10 stanze destinate ai pescatori con all'interno tutto il materiale (neti, generatori, motori elettrici, Gps, casse per il pesce, contenitori pieni di benzina), 2 stanze con giochi per bambini destinate ad un'associazione accanto il porto, un frigorifero. Inoltre colpita anche una clinica e l'Unione dei pescatori. Danneggiato anche il mercato del pesce. Persi 20 motori per le barche e distrutte 2000 neti. L'intera perdita equivale a circa 500.000 dollari

In Beit Lahia, a nord della Striscia di Gaza, i bombardamenti hanno distrutto 2 barche.

In Rafah, a sud della Striscia di Gaza, i bombardamenti hanno distrutto 3 barche.