Author Topic: Scandalo-Mondiali in Qatar, rivelati i primi "Fifa Files"  (Read 1457 times)

0 Members and 1 Guest are viewing this topic.

Offline jujyjuji

  • Hero Member
  • *****
  • Posts: 1204
Scandalo-Mondiali in Qatar, rivelati i primi "Fifa Files"
« on: June 04, 2014, 14:54:16 PM »
Scandalo-Mondiali in Qatar, rivelati i primi "Fifa Files"

di Tiziano Fazi - 1 Giu 2014

Nella mattinata di ieri il quotidiano "The Sunday Times" ha lanciato l'allarme sulla corretteza dell'assegnazione dei Mondiali del 2022 al Qatar. La testata giornalistica britannica avrebbe ricevuto "copia di mail" che dimostrerebbero l’esistenza di flussi di pagamenti effettuati da Mohamed bin Hammam (Presidente della Federazione qatariota e Vice Presidente FIFA) a favore di funzionari di varie federazioni per agevolare la scelta del Qatar come sede per i Mondiali del 2022: si parla di circa 5 milioni di dollari.

Stanno iniziando a circolare in rete indiscrezioni sempre più dettagliate riguardo i "Fifa Files" inviati al Sunday Times.

Il denaro necessario per pilotare l'assegnazione della rassegna iridata del 2022 sarebbe stato utilizzato per comprare il voto dei presidenti di alcune federazioni africane e di altri personaggi in grado di avere una influenza in ambito Fifa. Manovre poco trasparenti certificate da migliaia di documenti ed email di cui il giornale è entrato in possesso, che comproverebbero l'avvenuto pagamento di tangenti per un ammontare di oltre i 5 milioni di dollari di cui si parlava in mattinata.

Da quanto si desume dalla prima divulgazione dei Fifa Files, l'allora membro esecutivo della Fifa per il Qatar Mohammed Bin Hamman avrebbe versato mazzette da 200 mila dollari ciascuna sui singoli conti bancari controllati dai presidenti di numerose federazioni africane, oltre a una super tangente da 1,6 milioni di dollari che sarebbe finita in tasca a Jack Warner, ex presidente della confederazione asiatica e già vicepresidente della Fifa, allontanato assieme ad Hamman nel 2011, con l'accusa di «violazione del codice etico e corruzione».

Da notare che all’epoca lo stesso Bin Hammam sembra, dai documenti giunti alla redazione del giornale britannico, avesse tentato di coinvolgere Blatter.

Il Qatar può perdere il diritto di ospitare i Mondiali di Calcio, se verrà dimostrato che i dirigenti dell'organo mondiale di questo sport hanno ricevuto tangenti, hanno dichiarato alla FIFA. Il vicepresidente della Fifa Jim Boyce ha dichiarato alla Bbc che se le accuse di corruzione saranno provate non avrebbe alcuna remore a tornare al voto per scegliere la nuova sede dei Mondiali 2022.

Non è così lontano dalla realtà che qualche Paese che già aspirava ad ospitare i Mondiali 2022 possa chiedere alla Fifa la riapertura delle procedure di assegnazione.

Forti sono state le polemiche rivolte a Joseph Blatter negli ultimi mesi per la scelta di un luogo come il Qatar dalle condizioni climatiche sfavorevoli per lo svolgimento di un campionato di calcio estivo, e sconvolto dalle tristi notizie di incidenti mortali causati dalle condizioni di lavoro disumane riservate agli operai, in gran parte immigrati stranieri, impegnati nei lavori preparatori per le infrastrutture da realizzare.

Blatter, recentemente, è tornato sull'argomento ammettendo senza peli sulla lingua che la scelta del Qatar quale sede del torneo è stata un errore a causa del caldo eccessivo per i giocatori, con il rischio di dover cambiare la data di svolgimento della competizione (possibilità che stravolgerebbe i calendari internazionali), mettendo anche le mani avanti nel sostenere che fossero da escludere ipotesi su eventuali tentativi di corruzione.

Nonostante queste gravi accuse che arrivano a pochi giorni dall'inaugurazione dei Mondiali in Brasile, dal Qatar viene smentita ogni illazione.

Fonte: http://www.ftbpro.com/it/messaggi/tiziano.fazi/978483/scandalo-mondiali-in-qatar-rivelati-i-primi-fifa-files